Tipologia di vendita

  • Vendita a tempo

    L’asta ha una durata prestabilita durante la quale è possibile effettuare i rilanci, nella misura minima indicata. Al superamento della propria offerta l’utente riceverà via mail un alert di avviso al fine di consentire la possibilità di rilanciare.
    Il bene viene definitivamente aggiudicato a favore del maggior offerente in seguito al versamento del prezzo che dovrà essere effettuato secondo le modalità indicate nella scheda di dettaglio di ciascun bene.

  • Vendita a tempo con prolungamento della scadenza

    In questa modalità di vendita la scadenza dell’asta viene prolungata di un ulteriore periodo di tempo (di solito due o tre minuti) qualora l’ultima offerta pervenga negli ultimi due minuti di durata dell’asta.

  • Annunci di vendita

    In questa modalità i beni sono posti in vendita secondo le modalità stabilite dal Curatore Fallimentare che sono riportate analiticamente nella scheda dettagliata di ciascun bene. Le modalità più ricorrenti sono le offerte in busta chiusa e la vendita senza incanto, in cui le offerte devono essere inviate presso lo studio del Curatore o la vendita con incanto tenuta sul posto in cui si trovano i beni.

Versamento della cauzione

Ove previsto, per partecipare all’asta potrebbe essere richiesto il pagamento anticipato di una cauzione. Sarà sufficiente seguire il procedimento guidato e versare l’importo richiesto a mezzo:

  • Bonifico bancario sul c/c indicato nella scheda del bene ed anticipando la contabile del bonifico, completa di CRO, presso il recapito del curatore / custode (mail o fax). La causale deve riportare il numero della procedura, il Tribunale di competenza e la denominazione del bene.
    L’abilitazione alla partecipazione avverrà a seguito di verifica di congruità e buon fine del versamento.

Restituzione della cauzione

L’utente non aggiudicatario riceverà il riaccredito della cauzione a seconda della modalità con la quale la stessa è stata versata.
Bonifico bancario: bonifico di restituzione della somma, al netto delle commissioni.
Si ricorda che In caso di mancato versamento del saldo del prezzo entro i termini stabiliti viene dichiarata la decadenza dell’aggiudicatario a cui viene trattenuta la cauzione già versata a titolo di sanzione.

Saldo del prezzo: modalità di versamento

Il saldo del prezzo, comprensivo delle tasse, imposte e diritti d’asta, dedotto l’importo della cauzione, dovrà essere effettuato secondo le indicazioni riportate nella scheda di dettaglio della vendita, utilizzando una delle seguenti modalità:

  • Bonifico bancario sul c/c indicato nella scheda del bene ed anticipando la contabile del bonifico, completa di CRO, presso il recapito del curatore / custode (mail o fax). La causale deve riportare il numero della procedura, il Tribunale di competenza e la denominazione del bene.
  • A mezzo di assegno circolare presso lo studio del Curatore / Custode, previo appuntamento telefonico, contestualmente al ritiro del bene.

Si ricorda che In caso di mancato versamento del saldo del prezzo entro i termini stabiliti viene dichiarata la decadenza dell’aggiudicatario a cui viene trattenuta la cauzione già versata a titolo di sanzione.

Spedizione / ritiro dei beni

I beni aggiudicati, per i quali è stato interamente versato il prezzo,comprensivo di oneri, imposte e commissioni, potranno essere ritirati nel luogo presso il quale sono custoditi, previo appuntamento con il curatore / custode fallimentare.
Ove previsto gli stessi potranno essere spediti, con spese a carico dell’aggiudicatario, con le modalità e tempistiche concordate con il referente della procedura.
La responsabilità, l’onere ed il rischio connessi alla spedizione dei beni sono totalmente a carico dell’acquirente, il quale potrà incaricare un corriere o delegare un soggetto per il ritiro.
Non può dar luogo alla restituzione delle somme:

  • lo smarrimento del bene durante il trasporto
  • il danneggiamento/deterioramento del bene durante il trasporto
  • il mancato recapito del bene.